teatro e letteratura Italiana a Londra dal 1998

 

per informazioni sulle attivitá del Gruppo Escape in Art potete inviare un messaggio email a Escape in Art

 

Salita Gatto di Pino Ferrara

Sfogliando le pagine di questo romanzo, è come se aprissimo una porta e facessimo un salto nel passato. Siamo nel periodo a cavallo della Seconda guerra mondiale e la vita in un piccolo paese della Sicilia scorre lenta e monotona come da sempre, poco toccata dagli eventi bellici. Il paese di pescatori si chiama Villaggio Pace, proprio lungo la costa nord della città di Messina, e qui il tempo scorre lento e monotono e quel poco che accade è fortemente regolato da usi, costumi e tradizioni che condizionano il vivere e il convivere dei suoi abitanti. Il protagonista, Giovanni, descrive quella vita attraverso le vicende della sua famiglia. I cambiamenti tuttavia arrivano, sia pure lentamente, sconvolgendo l’esistenza e le abitudini dei suoi abitanti. Giovanni ci descrive con minuzia di particolari quale era la vita prima della guerra, come è cambiata dopo e gli effetti che ha avuto sulla gioventù di allora, quella gioventù che negli anni Cinquanta si è incamminata verso il Nord, portandosi dietro solo una valigia piena di speranze e di paure. E per la generazione dei figli, e ancor più per quella dei nipoti, è difficile, se non impossibile, immaginare come si viveva allora, ma solo conoscendo il passato si può capire il presente.

acquista il libro su


Pino Ferrara è nato nel 1936 a Messina. Prima come bancario e poi come uomo di teatro e di lettere, ha passato gli ultimi quarant’anni della sua vita all’estero, vivendo tra gli Stati Uniti, Hong Kong e Londra. Come dirigente bancario ha lavorato all’estero per diverse banche italiane e straniere, collaborando nel contempo con riviste finanziarie asiatiche. Nel ruolo di regista teatrale, a Londra ha messo in scena molte commedie di commediografi contemporanei italiani e ha insegnato recitazione in alcuni College inglesi dove si studia la lingua italiana. Alcune sue poesie sono state presentate in una manifestazione letteraria per la promozione della lingua italiana organizzata a Londra con il patrocinio del Ministero dei beni culturali e altre sono state premiate in vari concorsi letterari in Italia e incluse in alcune antologie. Il suo romanzo Il foglio di Aziza ha vinto il “Premio della Giuria” del Premio letterario Città di Pontremoli 2014. Rotariano fin dal 1974, è stato Presidente del Rotary Club della City di Londra e nel 2004 gli è stata riconosciuta la Paul Harris Fellowship per il suo contributo a sostegno di studenti bisognosi. I proventi del suo lavoro nel campo teatrale e letterario sono interamente devoluti a beneficenza. Attualmente vive e lavora tra Milano e Londra.

--- OOO ---

Il Maestro Lorenzo Castello, autore delle locandine di Escape in Art

 

Il Maestro Lorenzo Castello, genovese di nascita, lavora dal 1983 fra Londra e Parigi.

Pittore ritrattista di chiara fama, é ricordato per i molti personaggi che hanno deciso di affidare la propria immagine alle sue tele, da Sua Altezza Reale la Principessa Anna d'inghilterra, a Lord Charles Forte, da Sir Eddie George, ex-Governatore della Banca d'Inghilterra, a Sir Denis Mahon, storico d'arte.

Tutte le sue figure ci trasmettono la sua interpretazione di un mondo di magico realismo.

Prestigiosi musei hanno accolto le sue opere: fra questi la National Portrait Gallery di Londra, la National Gallery di Dublino, il Museo Villa Tempra a La Valletta (Malta), il Museo Nazionale del Cairo.

A Genova ha realizzato la pala d'altare della chiesa di San Marco al Molo.

Per maggiori informazioni sulle opere del Maestro Castello potete visitare il suo sito:

 

Lorenzo Castello - Gallery

 

--- OOO ---

 

Il Figlio di Aziza di Pino Ferrara

 

 

Vincitore del "Premio Speciale della Giuria"del Premio Letterario Città di Pontremoli 2014

 

acquista il libro su

 

 

 

--- OOO ---

 

Per informazioni sulle attivitá del Gruppo Escape in Art, offrire collaborazione o proporre nuove idee, contattare Pino Ferrara

 

sito disegnato e mantenuto da Vincenzo

Vito Di Ventura

BIOGRAFIA

 

Nato a Taranto nel 1949, è Ufficiale Generale dell’Esercito Italiano con una spiccata inclinazione per la pittura, la poesia e la scrittura. Questa è la sua seconda esperienza letteraria. È infatti autore del libro “Vita da … pendolare”, pubblicato dalla Casa Editrice “Periferia”, di Cosenza. Come autore ha partecipato, sin dalla prima edizione (anno 2002), al concorso di poesie e racconti brevi indetti dal Gruppo “Escape in art” di Londra, vincendo per quattro volte consecutive il secondo premio per la narrativa e meritando altrettante menzioni per la poesia. È autore anche di numerosi articoli pubblicati sulla “Rivista Militare”. Sposato con Vincenza, ha due figlie, Francesca e Barbara. Il Generale Di Ventura ha inoltre conseguito le lauree in “Scienze Strategiche”, presso l’Università di Torino, e in “Scienze Politiche”, presso l’Università di Trieste.

 

 

Il flusso dei ricordi riaffiora, come un incanto dell’anima, nelle storie di Vito, che sono la “sua storia”. Pennellate di immagini, sentimenti, passioni, scorrono sulle pagine e ci riportano a un mondo che potrebbe apparire lontano, desueto. In realtà, Di Ventura, ci riporta a una comune origine: una melodia di suoni, sapori, odori, propri di un Sud in cui il mare è vissuto come elemento dominante. Testimone fedele del passaggio dal mondo di ieri al caotico odierno divenire. È sorprendente scoprire in ognuno di noi un racconto, una storia bagnata di salsedine.

Qui' Londra

“Qui Londra! Mi sentite Washington?” sembra dire all'inizio di ogni racconto l'autore, il Generale Vito Di Ventura, che attraverso un´intensa corrispondenza epistolare racconta la propria esperienza di addetto militare a Londra al suo collega con lo stesso incarico a Washington. Un'esperienza unica ed indimenticabile sotto l'aspetto professionale ma, soprattutto, umano, che ci viene narrata con pennellate veloci, ma intense, capaci di trasmettere impressioni, emozioni, e specialmente tutta l´ironia che la vita ha in sé. Dai racconti emerge un quadro della società londinese vista dalla posizione privilegiata dell´addetto militare, che incontra sia le massime autorità del Paese (Regina inclusa), sia cittadini comuni, residenti o turisti, alle prese con i problemi di tutti i giorni.
Un quadro che ci fa capire come, nonostante abitudini e mentalità diverse, colori e odori tradizionali, alla fin fine “tutto il mondo è paese”.
Qui Londra offre infine la possibilità di far conoscere ad un pubblico più vasto, militare e civile, le vere problematiche e gli aspetti tragicomici di un mondo spesso ritenuto distante e mondano. Il Libro contiene le Presentazioni del Generale di Corpo d'Armata, Claudio GRAZIANO, attuale Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, all'epoca “Addetto Militare” a Washington, e dell'Ammiraglio di Squadra Navale, Cristiano BETTINI, attuale Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, all'epoca “Addetto Navale e per la Difesa” a Londra.

 

Autore: Vito Di Ventura


E’ autore di numerosi articoli pubblicati sulla “Rivista Militare” e su altri magazine specialistici militari. Nel 1999 ha pubblicato il suo primo libro “Vita da…pendolare”, Casa Editrice “Periferia” di Cosenza. Il libro, nato dalle esperienze maturate in anni di pendolarismo tra Latina e Roma, racconta in tono scherzoso le avventure e disavventure del pendolare.


Ha partecipato, sin dalla prima edizione, al concorso di poesie e racconti brevi indetti dal gruppo “Escape in Art”, di Londra, aggiudicandosi per quattro volte il secondo premio per la narrativa e meritando numerose menzioni anche per la poesia. 8 racconti sono stati inseriti nel libro “Racconti da Londra – Per Amore e per Passione”, edito da Escape in art nel 2007 Nel 2008 ha pubblicato il suo secondo libro “Una storia bagnata di salsedine”, Casa Editrice “Herald Editore”, di Roma. Il libro affronta il delicato tema del rapporto tra genitori e figli. Per mettere le sue figlie in condizioni di comprendere meglio il perché a volte delle sue azioni e dei suoi comportamenti, Vito si racconta.


Descrive la sua vita, il suo paese, con i suoi odori e le sue tradizioni, i suoi amori giovanili, le sue paure e le sue aspettative, le sue esperienze, il suo incontro con la futura moglie, Vincenza, la morte della madre e del padre... fino al giorno in cui entra in Accademia Militare di Modena.


Il libro gli è valso nel 2009 il Premio “Mariano De Pasquale” del Museo Piana delle Orme, Latina, e nel 2010 il premio “LA VITA” per la narrativa indetto dal Comune di Taranto.
Dal 2010 è co-fondatore e Presidente, dell'Associazione “Culture&Tradizioni”, editore del giornale online “www.italnews.info”, diretto dalla giornalista Armida Tondo e su cui il Di Ventura scrive in qualità di capo redattore esteri.

 

 

   copyright © MCMXCVIII - MMXVII