teatro e letteratura Italiana a Londra dal 1998

 

per informazioni sulle attivitá del Gruppo Escape in Art potete inviare un messaggio email a Escape in Art

 

 

Il Figlio di Aziza di Pino Ferrara

 

 


Vincitore del "Premio Speciale della Giuria"del Premio Letterario Città di Pontremoli 2014

 

Il Figlio di Aziza è la storia delle vite travagliate di una giovane donna fragile e bisognosa di amore e della sorella Lemlem che vive una vita parallela a quella della sorella, ma totalmente diversa.
Due persone provenienti da una famiglia condizionata da tradizioni ambientali e da pregiudizi religiosi, le cui conseguenze toccano la vita di tutti i suoi membri, ma in particolare quella di Lemlem – docile, accomodante, studiosa e altruista – e quella di Aziza – ribelle, svogliata, incapace di accettare le regole che le si vorrebbero imporre, ma anche insicura e sognatrice. La guerra civile che si combatte nel loro paese, in tempi e situazioni diverse, le porta a Roma, dove vivono insieme per un breve periodo. Poi, ognuna per suo conto, per scelta o per necessità, in molti altri paesi, per ritrovarsi ancora insieme a Londra. Le loro vite totalmente diverse si incrociano in un susseguirsi di fatti che in modo diverso entrambe subiscono.
Ma è soprattutto la storia di Adam, un bambino che bambino non è mai stato e che rappresenta per le due sorelle sentimenti diversi: per Lemlem un figlio mai avuto, per Aziza un altro figlio, Sam, di cui non sa più nulla, ma che è sempre presente nella sua mente.
Degli errori altrui Adam paga le conseguenze in modo traumatico. Ciò nonostante riesce a trovare un suo posto in un mondo che fin dalla nascita gli è stato ostile.

 

acquista il libro su

 

 

 

 

Il Maestro Lorenzo Castello, autore delle locandine di Escape in Art

 

Il Maestro Lorenzo Castello, genovese di nascita, lavora dal 1983 fra Londra e Parigi.

Pittore ritrattista di chiara fama, é ricordato per i molti personaggi che hanno deciso di affidare la propria immagine alle sue tele, da Sua Altezza Reale la Principessa Anna d'inghilterra, a Lord Charles Forte, da Sir Eddie George, ex-Governatore della Banca d'Inghilterra, a Sir Denis Mahon, storico d'arte.

Tutte le sue figure ci trasmettono la sua interpretazione di un mondo di magico realismo.

Prestigiosi musei hanno accolto le sue opere: fra questi la National Portrait Gallery di Londra, la National Gallery di Dublino, il Museo Villa Tempra a La Valletta (Malta), il Museo Nazionale del Cairo.

A Genova ha realizzato la pala d'altare della chiesa di San Marco al Molo.

Per maggiori informazioni sulle opere del Maestro Castello potete visitare il suo sito:

 

Lorenzo Castello - Gallery

 

 

Per informazioni sulle attivitá del Gruppo Escape in Art, offrire collaborazione o proporre nuove idee, contattare Pino Ferrara

 

sito disegnato e mantenuto da Vincenzo

Villa Letizia

Commedia in due atti di

Antonio Gavino Sanna

(titolo originale 'Pesce d'aprile')

rielaborazione ed adattamento di

Pino Ferrara

 

4-5-6 Dicembre 2001

Rudolf Steiner Theatre- London

 

9 Dicembre 2001

Bedford Corn Exchange- Bedford

la copertina del programma

 a cura del Maestro Lorenzo Castello

Personaggi ed interpreti (in ordine di apparizione):

Ruggero ospite di Villa Letizia Salvatore Aloj
Paola    proprietaria di Villa Letizia Patrizia D'Andria
Vittorio  infermiere Mariano Bonetto
Irene ospite di Villa Letizia       Silvana Camilletti
Fiorella figlia di Irene Marina Cambiano
Giovanni figlio di Ruggero Renato Peditto

Regia di Pino Ferrara

Scenografia Ivo Ivi & Anna Maria Mari
Luci Vittorio Gabellotto
Trucco Niki Gallagher
Trovarobe Lorenza Castellon
Organizzazione Generale Wilma Ferrara

 

I proventi di 'Villa Letizia' sono stati interamente devoluti all'Associazione Visitatori Volontari Italiani (V.V.I.)

 

La Commedia

 

Affronta il tema dei rapporti tra figli e genitori quando questi diventano anziani ed i figli hanno problemi a tenerli in casa.

Pur con qualche rimorso da parte dei figli, questi anziani spesso finiscono in 'case di riposo' e per loro comincia una mesta fine, che potrebbe essere ben diversa se potessero restare inseriti in un contesto familiare. Ma talvolta manca lo spazio, talvolta si é troppo occupati... Sistemati in questi 'depositi' vivono in attesa del nulla, durante giornate piene di niente.

Le visite dei figli diventano sempre piú una routine talvolta piena di imbarazzo sia per i figli stessi che per i genitori. Lentamente scende un muro di incomprensione che accentua le distanze e genera rancori. I genitori vorrebbero dire quanto ci stanno male in queste case di riposo, ma non lo dicono per non dare fastidio. Finché arriva la fine.

Ma é sempre cosí? E' quasi sempre cosí se non accade qualcosa che nessuno puó prevedere.

A Villa letizia accade qualcosa. Cosa? Non si puó dire: la commedia é tutta lí! Una lezione di vita a chi un giorno diventerá egli stesso una persona anziana.

L'azione si svolge in una casa di riposo per anziani, ai giorni nostri.

 

Il Cast

Vi presentiamo un breve profilo (in ordine di apparizione) degli attori di 'Villa Letizia', e del regista Pino Ferrara:

 

Salvatore Aloj (Totò per gli amici)

 

Quando gli fu chiesto di fare del teatro aveva mostrato una certa riluttanza, un pò per gli impegni professionali, un pò perché pensava a cosa avrebbero detto i suoi studenti ed i suoi colleghi.

Poi ha accettato ed ha dimostrato che le sue doti di attore non sono inferiori a quelle che hanno fatto di lui un emerito professore universitario, un ricercatore, un diplomatico e... chi piú ne sa, piú ne metta.

Non c'è dubbio che stare sul palcoscenico gli piace ed anche molto. Perchè, è inutile dirlo, Totò non recita le parti che interpreta: lui le vive, è lui stesso.

In questa commedia si presenta nelle vesti di un simpaticissimo signore di una certa età, che dà filo da torcere a tutti. Il suo personaggio è accattivante e la sua interpretazione superba, specialmente quando tira fuori le sue doti... amatorie.

Totò, ma perché non ci pensi seriamente a diventare attore professionista? Magari quando smetti con tutte le cose importanti che ora fai. Siamo certi che avresti davanti una brillante carriera. Mariangela incoraggialo!

 

Mariano Bonetto

 

Gli é bastato provarci una volta per capire che lui il teatro ce l'ha nel sangue. E chi lo ferma più? Si, ogni tanto pensa ancora alla sua carriera bancaria, ma nel suo futuro c'è molto teatro. Il fatto sorprendente è che Mariano può passare da un ruolo all'altro con una naturalezza incredibile. Buon sangue napoletano (quasi) non mente!

In questa commedia lo vediamo nelle vesti di un infermiere-psicologo, nonchè aspirante attore drammatico. Shakespeare, Cechoc, Pirandello lo aspettano (ha già avuto dei colloqui con... Cechov, figuratevi!).

In scena Mariano non manca di sorprendere. Mariano, ti consigliamo di mandare "la cassetta" a qualche regista di nome. Vedrai che la cosa avrà seguito.

 

Marina Cambiano

 

Impegnatissima! Fa centomila cose allo stesso tempo: insegna, recita in un gruppo "off", dirige il "caffè itinerante", passa metà del suo tempo saltando da un punto all'altro di Londra per far fronte ai suoi molteplici impegni, prepara un ottimo caffè... liofilizzato, è sempre di corsa, non ricorda mai dove ha lasciato la macchina (cercandola spesso per rioni e contrade) e... non risponde mai al telefono. E come potrebbe farlo? Non ha tempo! Marina, fermati un attimo, respira. Guarda che é importante anche respirare. La cosa notevole é che Marina riesce a fare tutto e bene. Come la parte che "vive" in questa commedia. Che sia stata testimone di qualche caso reale?

 

Silvana Camilletti

 

Per i suoi trascorsi teatrali, Silvana é considerata "la diva". Gente, Silvana ha alle spalle esperienza con la BBC, ma scherziamo? Peró arie non se ne dá affatto.

In altre commedie italiane presentate quí a Londra, l'abbiamo vista in ruoli sempre diversi e sempre ben fatti. Ma insomma, no ha nessun difetto... teatrale? Si, quello delle entrate e delle uscite di scena estemporanee. Silvana va e viene dal palcoscenico a suo piacimento, a prescindere da quello che sta succedendo. Non é che lo faccia di frequente o lo faccia apposta, solo che... lo fa. Di tanto in tanto, ma lo fa. Quello che c'é di buono e che nessuno se ne accorge perché... Boh, chi lo sa perché? Silvana non si sa che dire di te per metterla sullo scherzo. Sei cosí... professional!

Diciamo che ci sei di esempio e che dovremmo imitarti.

 

Patrizia D'Andria

 

Dopo aver letto il copione, fra Patrizia ed il regista c'é stata questa conversazione telefonica:

- Ciao, sono Patrizia. Ho letto il copione, la parte mi sta bene, quando cominciamo le prove?

- Quale parte?

- Come quale parte??!! Quella mia, quella di Paola, la padrona. Ma tu non mi hai mandato il copione per quella parte?

Era vero. Era quella la parte che le si voleva affidare. Ma lei se la era scelta per istinto... artistico.

Nella vita di tutti giorni Patrizia é simpatica, cordiale, accomodante, altruista, generosa, lo sanno tutti. Sulla scena sa trasformarsi in una di quelle persone con cui nesuno si augura di aver a che fare nella vita reale: calcolatrice, irritante, avida, pignola, ipocrita. Un personaggio diverso da quello che Patrizia ha interpretato in una sua precedente esperienza teatrale. Non lo sapevate? Ha fatto la... donnina allegra in una commedia di cui ha parlato tutta la comunitá italiana di Bruxelles. Cose alla grande. Cose internazionali.

Vedrete come é versatile, come passa da un personaggio all'altro senza problemi.

Patrizia, a quando una parte tragica?

 

Renato Peditto

 

Tanto preso dal suo lavoro di ingegnere... telematico, aveva bisogno di uno svago che lo occupasse anche la sera e che, durante i fine settimana, lo tenesse un pó lontano dal golf (Renato é un fanatico neofita: le migliori mazze da golf le ha lui).

Detto e fatto. Eccolo intensamente coinvolto in questa commedia, nella sua parte di figlio... non ve o diciamo, giudicate voi.

Chi lo conosce personalmente sa che le principali doti di renato sono la sua simpatia, la sua cordialitá e la sua giovialitá. Dopo averlo visto in questa commedia, bisogna aggiungere anche la sua versatilitá. Renato, che non ci risulta sia un politico, anche se di politica gli piace parlare, ci dá una realistica visione di quanto un uomo politico possa essere condizionato nella sua vita privata dallo stress di lavoro e quindi quanto possa essere... non ve lo diciamo, giudicate voi.

Renato non lasciarti coinvolgere, altrimenti Giovanna ci toglie il saluto! E continua con il golf, che alla fin fine é meno stressante della... politica.

 

Pino Ferrara - Il Regista

 

In passato ha fatto anche il... guitto, interpretando, quí a Londra, il ruolo di cavaliere e di commendatore. Il che gli ha dato alla testa. Per recitare in questa commedia avrebbe voluto una parte da grand'ufficiale. Siccome questo personaggio nella commedia non é previsto, ha preferito rinunciare. E' un coerente peró, visto che ha a sua disposizione abbastanza tempo (non puó andare a giocare a golf tutti i giorni, gli anni pesano e le green fees costano), in questa occasione si é messo a... dirigere... a fare il regista.

Perdonatelo per la sua presunzione: lo fa a fin di bene.

 

Ringraziamenti

 

Il Gruppo Escape in Art ringrazia il Maestro Lorenzo Castello per la bella copertina del programma.

 

Ringraziamo inoltre gli Sponsor che, con il loro sostegno, ci hanno consentito di mettere in scena la commedia:

 

Antonio Di Benedetto

Interdean

Lillo e Giovanni Militello

Concordia Notte Restaurant

Bepi e Francesco

Cantinetta Vengazzú

Dr Luigi Omiccioli e Dr Carlo Ballarino

The Italian Clinic

Ludovico Filotto

Portobello Food Co.

Amilcare Rossi

Pietro Negroni Ltd

Paola Giovanelli

Ciao Travel

 

A Bedford desideriamo ringraziare:

  • Bedford Theatre Trust

  • Italian Vice Consul

  • Bedfordshire Health Authority

  • Bedford Community Arts

Teatro

Tre sull'Altalena

Villa Letizia

Il Senatore Fox

Da Giovedí a Giovedí

Sotto un Ponte, Lungo un Fiume...

La Spia - L'Ascensore

Da Che Parte Stai

Il Potere e' Suocera

Il Ladro e la Signora

...Vampiro Compreso

 

Recitals

Recital giugno 1998

 

Recital novembre 1998

 

St Domenic's College, 26 maggio 2001

 

Latymer Upper School, 27 marzo 2006

 

Una serata per due poeti, 5 febbraio 2010

 

 

   copyright © MCMXCVIII - MMXVII